Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Filosofia della mente

Programma

 

Tema del corso: Mente, natura, identità

 

3/11 Introduzione.

 

Presentazione del corso. Criteri del mentale. Il posto della mente nell’ordine naturale. Soggettività e identità personale. Brevi cenni allo sfondo scientifico: dalla nascita della psicologia scientifica al funzionalismo computazionale, alle neuroscienze cognitive.

 

 

Prima parte. Da Cartesio alla scienza cognitiva

 

 

4/11 Cartesio e la nuova geografia della mente

 

Con Cartesio trova compimento un percorso di interiorizzazione della mente che la concepisce come uno spazio interiore privato, in rottura con la tradizione scolastica aristotelica. La mente è conosciuta con più certezza del corpo. Conseguenze epistemologiche.

 

 

10/11 Il problema della causalità mentale

 

11/11 Teorie e modelli della relazione psicofisica

 

Il problema principale del dualismo interazionista cartesiano. Esistono cause mentali?La teoria dell’identità tra mente e cervello. Funzionalismo e fisicalismo non riduttivo. Perché la coscienza pone sotto scacco il fisicalismo.

 

 

17/11 La scienza cognitiva

 

La scienza cognitiva classica: pensare è calcolare. Computazioni e rappresentazioni.

La nuova scienza cognitiva: embodied & embedded

Verso la neurofilosofia? Per capire la mente occorre capire il cervello. Ma basta capire il cervello? Come possiamo pensare il rapporto tra i vari livelli della spiegazione scientifica dei fenomeni mentali?

 

 

Seconda parte, menti, cervelli, persone

 

25/11 Identità personale: le teorie classiche e la prospettiva contemporanea

 

Il problema dell’identità personale. Locke, Leibniz, Reid  Che cosa rende una persona la stessa persona al variare nel tempo? Criteri fisici e criteri psicologici. Le persone sono sui generis? O sono riducibili a aspetti del mondo naturale? Le persone all’epoca della neurocultura. Persone come impasto di biologia e cultura.

 

 

1/12 Il soggetto e la scienza della mente

 

Che cosa resta del soggetto inteso come centro unitario di esperienza e azione, alla luce dei risultati della scienza della mente contemporanea? Il ridimensionamento della coscienza, Siamo un’assemblea di zombies? Neuroscienze e libero arbitrio.

 

 

13/12 Menti senza sé?

 

Hume e Kant sull’io. L’io come “macchina joiceana”.

Io nucleare, esteso, sociale…: le molte facce del soggetto umano. Il soggetto cerebrale e i suoi limiti. È possibile una scienza dell’(auto)coscienza?

 

15/12 La mente estesa

 

22/12 Natura Umana 2.0.

 

Dove finisce la mente e comincia il resto del mondo? Internismo vs. esternismo: il rapporto tra mente e mondo.

Esternismo veicolare. Il criterio del cognitivo e i confini del soggetto.

 

Mente e tecnologia. Uomo neuronale vs. cyborg per natura.

 

 

 

Svolgimento

Il corso si terrà da giovedì 3 novembre a venerdì 16 dicembre nell'Aula Magna della Sede dello IUSS.

Bibliografia

I seguenti testi hanno un valore solo indicativo. Indicazioni più precise saranno fornite durante il corso.

 

Classici (estratti).

Cartesio, Meditazioni Metafisiche

Bertrand Russell, I problemi della filosofia

Locke, Saggio sull’intelligenza umana

Hume, Trattato sulla natura umana

Kant, Critica della ragion pura 

 

Manuali:

Emanuela Scribano, Guida alla lettura delle meditazioni metafisiche di Descartes, Laterza, Roma – Bari 2006.

Michele Di Francesco, L’io e i suoi sé. Identità personale e scienza della mente, Raffaello Cortina, Milano 1998.

Michele Di Francesco, Introduzione alla filosofia della mente, Carocci Roma, Nuova edizione, rist. varie.

Ambito : Scienze Umane

Semestre: Semestre I

Anno accademico: 2011-2012