Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Il corso si propone di introdurre in maniera critica i principali problemi discussi nell’ambito della filosofia della mente contemporanea, con particolare attenzione alle questioni poste dall’indagine scientifica intorno alla natura, il funzionamento e l’architettura della mente. 

Filosofia della mente

Programma

Il corso si propone di introdurre in maniera critica i principali problemi discussi nell’ambito della filosofia della mente contemporanea, con particolare attenzione alle questioni poste dall’indagine scientifica intorno alla natura, il funzionamento e l’architettura della mente. Alcune delle questioni trattate rimandano alla tradizione filosofica e riguardano, ad esempio, le caratteristiche essenziali dei fenomeni mentali, la possibilità di darne una spiegazione di tipo scientifico e le ragioni filosofiche pro e contro l’idea che la mente appartenga al mondo fisico.

Altri temi portano invece al cuore della scienza cognitiva contemporanea: dobbiamo pensare alla mente come a una serie di computazioni realizzate nel cervello o gli stati mentali vanno caratterizzati direttamente come stati cerebrali?

Che ruolo ha il corpo nella realizzazione delle attività cognitive?

Quali sono i rapporti tra la concettualizzazione scientifica e l’immagine ordinaria di noi stessi? Muovendo da una ricostruzione storico-teorica dell’affermarsi della nozione contemporanea di “mente”, il corso affronta queste e altre questioni mostrando nel dettaglio la complessità della ricerca attuale, nella quale si intrecciano – e si scontrano – istanze metafisiche più tradizionali e la tendenza a una radicale naturalizzazione della filosofia della mente e del mentale stesso.

 

Programma: 

1. Redazione di una tesina concordata con il docente.
2. Lettura dei seguenti testi:

Bertrand Russell, I problemi della filosofia, trad. it. Feltrinelli, Milano, capp. 1-6.
Thomas Nagel: “Che effetto fa essere un pipistrello?”, trad. it in Id. Questioni Mortali, Il Saggiatore, Milano, trad. it in De Palma, Pareti, (a cura di), Mente e corpo, Bollati Boringhieri, Torino 2004,.
Frank Jackson: “Ciò che Mary non sapeva”, in Armando De Palma, Germana Pareti, cit.
Daniel Dennett: “Quainare i qualia”, in Armando De Palma, Germana Pareti, cit.
(facoltativo).
M. Di Francesco, “Mente e coscienza: una prospettiva filosofica”, Accademia Nazionale dei Lincei, XXXII Seminario sulla “Evoluzione biologica e grandi problemi della Biologia”, atti del convegno: Neurobiologia della coscienza, Bardi Editore, Roma, pp. 11-33
M. Di Francesco, Piredda G. (2012) “Mente estesa. Un bilancio critico”, Target article, “Sistemi Intelligenti”, La mente estesa, a cura di Massimo Marraffa e Remo Pareschi XXIV, n. 1, 2012, pp. 11-31.
M. Di Francesco, Marraffa M. (2013), “L’inconscio nella dialettica personale-subpersonale”, Sistemi Intelligenti, XXV, n. 3, 2013, pp. 485-506.

Bibliografia

Bibliografia (provvisoria: essa sarà definita una volta acquisito l’elenco degli iscritti)
 
 
1. Classici. Cartesio, Locke, Hume, Kant
Cartesio, Meditazioni metafisiche (con particolare attenzione alle I, II e VI meditazione), ed. varie
Approfondimento facoltativo: Emanuela Scribano, Guida alla lettura delle meditazioni metafisiche di Descartes, Laterza, Roma – Bari 2006.
Locke, Saggio sull’intelletto umano, Libro Secondo, Sezione XXVII, Dell’identità e della diversità, trad. it., Laterza, Roma-Bari, pp. 327 sgg.
Hume, Trattato sulla natura umana, Parte IV, Sezione Sesta, L’identità personale, trad. it. in Hume, Opere Filosofiche 1, Laterza, Roma- Bari, pp. 263-275.
Kant, Critica della ragion pura (limitatamente ai brani riportati nei materiali didattici in Intranet).
A questi testi si aggiunge la conoscenza delle parti rilevanti di un manuale di storia della filosofia, a scelta dello studente e quella dei Materiali didattici sui classici che saranno a disposizione nell’Intranet UniSR.
 
 
2. Modelli della relazione psicofisica.
 
Testo base: Michele Di Francesco, Massimo Marraffa, Alfredo Tomasetta, Filosofia della mente, Corpo, coscienza, pensiero, Carocci, Roma 2017, capp. 1 e 2.
 
Letture di approfondimento
Thomas Nagel, “Che effetto fa essere un pipistrello?”, trad. it. in Id., Questioni mortali, Milano, Il Saggiatore, 1986.
Hilary Putnam: “La natura degli stati mentali”, trad, it. in De Palma, Pareti (a cura di), Mente e corpo, Bollati Boringhieri, Torino 2004 - con particolare attenzione alle pp. 68-77.

Michele Di Francesco

Professore Ordinario di Logica e Filosofia della scienza

Classe : Scienze Umane e della Vita

Ambito : Scienze Umane

Semestre: Semestre II

Anno accademico: 2017-2018