Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

I manoscritti di Leonardo: un'occasione perduta?

Immagine

Martedì 1 ottobre 2019, alle ore 18.00 presso la Sala del Camino, Palazzo del Broletto, si terrà una lezione dal Titolo “I manoscritti di Leonardo: un’occasione perduta?”, al quale parteciperà, in qualità di relatore, il professor Gian Vico Melzi d’Eril.

Gian Vico Melzi d'Eril, discendente del pittore Francesco Melzi, allievo prediletto di Leonardo da Vinci che alla morte del maestro avvenuta 500 anni fa ne ereditò i disegni e i manoscritti, racconta le "disavventure" di queste preziose carte in giro per il mondo.

Gian Vico Melzi d'Eril, nato a Venezia, si è laureato in Chimica e in Medicina. Ha svolto la sua carriera prima in ambito ospedaliero fino al ruolo di primario presso l'IRCCS Istituto C. Mondino di Pavia e quindi in ambito universitario prima presso l'Ateneo di Pavia, poi presso quello dell'Insubria a Varese e infine come professore ordinario di Biochimica clinica e Biologia Molecolare clinica presso l'Università Statale di Milano fino all'anno accademico 2011-12. È stato anche direttore della Scuola di specializzazione in Biochimica Clinica e del Laboratorio di Analisi dell'Ospedale di Circolo di Varese e dell'Ospedale San Paolo di Milano. È autore di circa 350 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali.