Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Questo corso si propone di studiare il carattere dialogico delle letterature, ossia la loro dimensione intertestuale ed interculturale. Con Cesare Segre, considereremo questa dialogicità come il corrispettivo, in ambito letterario, della plurivocità propria della lingua: la voce individuale può infatti farsi intendere solo a condizione di integrarsi nel coro complesso delle altre voci già presenti. Bachtin mostra che ciò è vero non solo per la letteratura, ma per ogni discorso, e traccia una nuova interpretazione della cultura. La cultura è costituita dai discorsi che sono ritenuti dalla memoria collettiva (luoghi comuni e stereotipi, così come parole eccezionali), e a cui ogni soggetto è obbligato a fare riferimento. L’intertestualità e l’interdiscorsività vengono quindi considerate come dimensioni importanti del confronto tra esperienze culturali linguistiche, artistiche ed antropologiche.
Studieremo un esempio particolarmente interessante dal punto di vista linguistico e culturale. Boccaccio, Basile e Straporala creano nuove forme narrative come la novella, la favola, il cunto napoletano in riferimento (fra l’altro) alle Metamorfosi di Ovidio e di Apuleio. Gli scrittori francesi Perrault, Lhéritier e d’Aulnoy le riprendono per creare un altro genere per l’ambito cortile del Re Sole, i famosi contes. Mediante un dialogo interlinguistico ed intertestuale molto complesso, Carlo Collodi le traduce come Racconti delle fate, preparando anche la creazione di Pinocchio. Il dialogo fra lingue e generi prosegue nel Novecento europeo, con la produzione di forme sempre nuove. Studieremo il racconto breve Cenerentola di Dino Buzzati, pubblicato prima come elzeviro, poi alcuni testi inglesi molto discussi di Angela Carter. Il corso si propone di elaborare un metodo d’analisi discorsiva e comparativa particolare, in grado di mettere in luce la complessità affascinante di questo dialogo fra lingue, letterature e culture.

Il carattere dialogico delle letterature e delle culture. Proposte per un’analisi discorsiva e comparativa dell’intertestualità

Svolgimento

Il corso si svolgerà dal 14 marzo al 17 maggio 2008 presso l'Aula Magna della Sede dello IUSS (V.le Lungo Ticino Sforza 56).

L’insegnamento si svolge in otto lezioni di carattere metodologico-epistemologico. Ogni lezione è seguita da un seminario in cui si mettono in pratica le riflessioni metodologiche ed epistemologiche, analizzando e comparando i testi del corpus proposto. Gli studenti possono scegliere due o più testi per una presentazione orale o scritta.

Bibliografia

APULEIO, Metamorfosi. Con testo a fronte. Introduzione di Federico Roncoroni. Traduzione e note di Nino Marziano. Milano, Garzanti, 2002, (storia di Psiche, lib. IV-VI).
BOCCACCIO, Giovanni, Decameron, ed. a cura di Vittorio Branca. Torino, Einaudi, 1980, (Proemio, Giornata X, novella 10, Conclusione dell’autore).
GIOVANNI BOCCACCIO, FRANCESCO PETRARCA, Griselda. A cura di Luca Carlo Rossi. Sellerio editore Palermo, marzo 1991.
BASILE, Gianbattista, Lo cunto de li cunti, a cura di Michele Rak (ed. bilingue napol.-ital.), Milano, Garzanti, 1986, ( « La Gatta Cenerentola », « Sapia Liccarda »).
BUZZATI, Dino, Le Notti Difficili, Milano, A. Mondadori, 1977, (« Cenerentola », p. 149-153).
*CARTER, Angela: American Ghosts & Old World Wonders, Cletto & Winders, London, 1993, (“Ashputtle or The Mother’s Ghost” )
COLLODI, Carlo, I Racconti delle fate, Milano, Biblioteca Adelphi 67, Terza edizione 2002.
*LHÉRITIER, Marie Jeanne, Oeuvres meslées, Paris, J. Guignard 1696.
*PERRAULT, Charles, Griselidis, nouvelle avec le conte de Peau d’Asne, et celui des Souhaits ridicules. Quatrième édition. Paris, Coignard, 1695.
Histoires ou contes du temps passé. Avec des Moralités. Paris, Barbin 1697.
STRAPAROLA, Giovanni Francesco, Le Piacevoli Notti, a cura di Donato Pirovano, tomo I, Roma, Salerno editrice, 2000, (Notta seconda, Favola 1).

* I testi in lingua inglese e francesi sono messi a disposizione degli studenti in versione bilingue all’inizio del corso

Saggi
BORUTTI, Silvana: Teoria e interpretazione. Per un’epistemologia delle scienze umane. Milano, A. Guerini, 1991.
- Filsofia dei sensi. Estetica del pensiero tra filosofia, arte e letteratura. Milano, R. Cortina Edizione, 2006, (Cap. 1. Finzione)
GNISCI, A. (a cura di) : Introduzione alla letteratura comparata. Milano, Bruno Mondadori 1999.
SEGRE, Cesare: Intertestuale/ interdiscorsivo. Appunti per una fenomenologia delle fonti. In: La parola ritrovata. Fonti e analisi letteraria, a cura di Costanzo di Girolamo e Ivano Paccagnella, Sellerio, Palermo, 1982, p. 15-28.
- Avviamento all’analisi del testo letterario. Einaudi, Torino, 1985.
TODOROV, Tzvetan: Michail Bachtin, Il principio dialogico. Traduzione di Anna Maria Marietti. Piccola Biblioteca di Einaudi, 1990.

Ambito : Scienze Umane

Semestre: Semestre II

Anno accademico: 2007-2008