Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Il corso prende le mosse dalla celebre lettera di Machiavelli a Francesco Vettori in cui la lettura dei classici viene rappresentata come un dialogo con gli autori antichi e ripercorre i testi in cui questo tema ha trovato espressione: dai precedenti classici, a Petrarca, a Alberti, a Erasmo, fino al Tasso. Il mito della lettura come dialogo si intreccia strettamente con l’autorappresentazione dello scrittore, e investe da vicino i meccanismi che legano la lettura alla scrittura. Una particolare attenzione verrà riservata al caso petrarchesco. Sulla scorta dell’esperienza di lettura di Petrarca e delle sue riflessioni su immagini e memoria, lettura, scrittura e meditazione presenti nel Secretum e nell’epistolario, nonché di differenti forme di visualizzazione del Canzoniere, si cercherà di studiare il nesso parola-immagine e il modo in cui la figura funge quasi da postilla ermeneutica del testo.

Lo scrittore in veste di lettore: i piaceri della lettura e i suoi miti (da Petrarca a Tasso)

Svolgimento

Il corso si svolgerà dal 6 marzo al 18 aprile 2014 presso le Aule IUSS di Palazzo Broletto, come sotto specificato.

Esame

1° appello: 29 maggio p.v. ore 16-19 - Sala del Camino
2° appello: 8 luglio p.v. ore 16-19 - Aula 1-15

 

Ambito : Scienze Umane

Semestre: Semestre II

Anno accademico: 2013-2014