Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Corso fondamentale per gli Allievi del 1° anno

Il corso sarà tenuto in Italiano

Macchine parlanti

Programma

“Intelligenza Artificiale” è un’espressione che risuona copiosamente su web oggi e che è sempre più presente nei messaggi pubblicitari suggerendo un “valore aggiunto” ad ogni prodotto tecnologico. Tra le varie declinazioni di questo termine (tutt’altro che nuovo, Russell & Norvig 2003) in questo corso considereremo l’accezione di “intelligenza linguistica”. In sostanza in questo corso ci porremo come obiettivo quello di capire come donare abilità linguistiche alle macchine.

Ad oggi, in effetti, siamo perfettamente in grado di esprimere domande in “linguaggio naturale” parlando con Google, Siri, Cortana, Alexa ecc. ricevendo in cambio risposte tutto sommato piuttosto soddisfacenti. Ma cosa capiscono esattamente questi dispositivi di quello che chiediamo? Come fa una macchina a parlare e capire quello che diciamo usando la nostra lingua? E, soprattutto, come mai uno studente di discipline umanistiche (quali la linguistica, la letteratura o la filosofia) dovrebbe essere interessato a queste domande?

Il corso ha l’obiettivo di fornire allo studente alcune idee ed un appropriato background concettuale per capire cosa serve ad una macchina per rappresentare (e tentare di comprendere) il linguaggio umano. Durante questo percorso, rifletteremo sulle peculiarità delle lingue naturali (quelle vive come l’Italiano, il Giapponese o l’Inglese e quelle morte, come il Greco antico e il Latino), sui loro aspetti universali e sulle differenze che permettono di distinguerle proficuamente; mostreremo le potenzialità e le limitazioni delle molte “macchine parlanti” che fino ad oggi hanno interagito con noi umani, partendo da suggestioni classiche (ad esempio “HAL9000” di 2001 Odissea nello Spazio) fino ad arrivare a Google.

Questo percorso dovrà permettere agli studenti di apprezzare i progressi della moderna ricerca linguistica fornendo loro strumenti adeguati per meglio affrontare riflessioni filologiche, filosofiche classiche e l’analisi avanzata dei testi.

Il corso sarà erogato in Italiano 

Prerequisiti

Per seguire il corso non è necessaria nessuna particolare competenza informatica. È invece gradita una spiccata curiosità per tematiche legate alla Linguistica (Generativa), all’Intelligenza Artificiale, alla Psicologia Cognitiva... e all’ “archeologia linguistica”.

Svolgimento

21 ottobre 2019 ore 18-20

22 ottobre 2019 ore 18-20

28 ottobre 2019 ore 18-20

29 ottobre 2019 ore 18-20

4 novembre 2019 ore 18-20

5 novembre 2019 ore 18-20

11 novembre 2019 ore 18-20

12 novembre 2019 ore 18-20

18 novembre 2019 ore 18-20

19 novembre 2019 ore 18-20

25 novembre 2019 ore 18-20

3 dicembre 2019 ore 17-20

Bibliografia

- Adger  (2003) Core Syntax. Oxford University Press.

- Lenci, Montemagni & Pirrelli (2016) Testo e Computer: Elementi di Linguistica Computazionale. Carocci

- Lazzari, Bianchi, Cadei, Chesi & Maffei (2010) Informatica umanistica. McGraw-Hill (Cap. 4)

- Hutchins W. J. & Somers H. L. (1992) An introduction to machine translation. http://www.hutchinsweb.me.uk/IntroMT-TOC.htm 

- Oniga, Iovino & Giusti (2011) Formal Linguistics and the Teaching of Latin: Theoretical and Applied Perspectives in Comparative Grammar. Cambridge Scholar Publishing. (Cap. 1)

Esame

1° Appello: Martedì 10 dicembre 2019 dalle 16.00 Studio Docente

2° Appello: Giovedì 19 Dicembre, dalle 16:00 Studio Docente

Cristiano Chesi

Professore Associato di Linguistica

Classe : Scienze Umane e della Vita

Ambito : Scienze Umane

Periodo: Semestre I

Anno accademico: 2019-2020

Luogo : Pavia - Aule Sede Iuss Palazzo del Broletto (Piazza della Vittoria, 14)

Durata : 25 ore