Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Materiali, strumenti, istituzioni della Storia dell'arte

Programma

Come verrà meglio chiarito nel corso del primo incontro, verranno proposti alcuni temi (e solo alcuni) che possano servire d'introduzione alla storia dell'arte europea considerata a partire dall'età medievale. Tali temi corrisponderanno in genere a due ore di lezione. Non formeranno, ovviamente, un'introduzione sistematica alla disciplina; in senso metodologico, e tanto meno in quello storico. Al centro dell'attenzione resteranno comunque gli specifici documenti espressivi e materiali (le opere d'arte), considerati sia sul versante della produzione che della loro ricezione. Come possono essere usati non impropriamente anche da chi non pratica direttamente la disciplina? Come si collocano all'interno de nostro universo di immagini, all'interno del quale rischiamo di appiattirle? Di tali documenti materiali si cercherà di suggerire una prima caratterizzazione fenomenologica, mutevole in ordine ai diversi sistemi culturali. 

Le lezioni non sono rivolte in prima battuta agli storici dell'arte; ma, dato il carattere largamente comparativo del discorso, non intendono escluderli o metterli al margine. 

A chi non abbia mai affrontato la disciplina ed abbia solo ricordi liceali (o neppure quelli) si consiglia la Storia dell'arte di Ernst Gombrich, che al collaudo didattico si è sempre rivelata efficace. 

Svolgimento

Il corso si svolgerà dal 6 marzo al 23 maggio 2020

Calendario orario da definire

6 marzo Introduzione (un'ora), Falso

7 marzo  Falso (continuazione), Riproduzione fotografica

20 marzo: Copia

21 marzo: Cornice e basamento

3 aprile: Figurazione dello spazio

4 aprile: Funzione topomimetica

17 aprile: Exemplum

18 aprile: Materia, tecnica, figurazione

8 maggio: Artista

9 maggio: Committenza e mercato

22 maggio: Reimpiego, collezionismo, restauro

23 maggio: Musei e mostre

 

Bibliografia

Fra le letture 'di metodo' a cui si farà riferimento, fin da ora si segnala: F. BOLOGNA, Dalle arti minori all'industrial design. Storia di un'ideologia [1972], Napoli, Paparo 20092; E. CASTELNUOVO, Arte, industria, rivoluzioni, Torino Einaudi, 1985 (nuova ed. con postfazione di O. Rossi, Pinelli, Pisa, Edizioni della Normale, 2007); E. CASTELNUOVO-C. GINZBURG, Centri e periferia, in Storia dell'arte italiana, vol. I, Torino, Einaudi 1979, pp. 285-352 (ne è in corso la ristampa autonoma, Milano, Officina Editoriale); H. FOCILLON, La vita delle forme [1934] , Torino, Einaudi 1990; E. H. GOMBRICH, Arte e illusione, Torino, Einaudi 1965 (edizioni successive); F. HASKELL, Riscoperte nell'arte, Milano, Comunità 1982; G. KUBLER, La forma del tempo, Torino, Einaudi 1976; R. LONGHI, Proposte per una critica d'arte [1950], in 'Opere complete', vol. XIII, Firenze, Sansoni 1985 pp. 9-20; O. PÄCHT, Metodo e prassi nella storia dell'arte, Torino, Bollati Boringhieri 1994; A. PINOTTI-A. SOMAINI, La cultura visuale, Torino, Einaudi 2016; R. RECHT, Revoir le Moyen Âge. La pensée gothique et son heritage, Paris, Picard 2016; M. SHAPIRO, Stile, Roma, Donzelli 1995; M. SHAPIRO, Per una semiotica del linguaggio visivo, a cura di G. Perini, Roma, Meltemi 2002; E. WIND, Arte e anarchia [1963], Milano, Adelphi 1986.

Ulteriori indicazioni bibliografiche, relative ai singoli temi trattati verranno fornite in un successivo momento, in base al 'collaudo' che ne sarà fatto preparando le lezioni.

Massimo Ferretti

Professore Ordinario Storia dell'Arte Moderna Scuola Normale

Classe : Scienze Umane e della Vita

Ambito : Scienze Umane

Periodo: Semestre II

Anno accademico: 2019-2020

Luogo : Pavia

Durata : 25 ore