Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Il corso verterà su argomenti di neuropragmatica, un ambito di studio all’intersezione tra linguistica pragmatica, neurolinguistica e neuroscienze cognitive e sociali. Comunicare significa non solo decodificare strutture linguistiche ma anche elaborare il contesto dello scambio comunicativo, inferire intenzioni, emozioni e credenze dei parlanti. La complessità della comunicazione è particolarmente evidente quando ciò che viene detto letteralmente non equivale a ciò che si vuole comunicare, come ad esempio nell’ironia e nella metafora. Come si raggiunge questo livello di efficienza comunicativa che va sotto il nome di competenza pragmatica e che è esclusivo della nostra specie? Partendo da una definizione delle basi neurali del linguaggio, il corso si incentrerà poi sulla discussione degli aspetti neurocognitivi delle abilità pragmatiche, il loro sviluppo nel bambino, il confronto con i primati non umani, il loro decadimento nella patologia, fino ai più recenti modelli neurobiologici.

Neuropragmatica e aspetti sociali della comunicazione

Svolgimento

Il corso si svolgerà dal 1 marzo al 1 giugno 2016; le lezioni si terranno presso le Aule di Palazzo del Broletto – Sede IUSS (Piazza della Vittoria, 15).

Bibliografia

• Bambini V. (2012). Neurolinguistics. In: Östman J-O., Verschueren J., Handbook of Pragmatics, Amsterdam, Philadelphia: John Benjamins, 1-34
• Bambini V., Bara B.G. (2012). Neuropragmatics. In: Östman J-O., Verschueren J. Handbook of Pragmatics, Amsterdam, Philadelphia: John Benjamins, 1-22
• Hagoort, P., Levinson, SC. 2014. Neuropragmatics. In The Cognitive Neurosciences, Gazzaniga, MS (ed). Cambridge, Mass: MIT Press.
• Eventuale materiale aggiuntivo verrà segnalato durante il corso.
 

Esame

22 giugno 2016 ore 14:30-17:00 - Aula 1-17

 

Ambito : Scienze Umane

Semestre: Semestre II

Anno accademico: 2015-2016