Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Rassegna "Pensieri di Libertà"

Immagine

Un appassionato viaggio nell’evoluzione del pensiero – tra eulinguistica, straordinarie scoperte sulle grammatiche ed esperimenti decisivi sul cervello – per guardare al futuro e imparare a riconoscere, dentro e intorno a noi, il razzismo più radicale e subdolo.

Il prossimo appuntamento della rassegna “Pensieri di Libertà” con un incontro con Andrea Moro: 3 ottobre 2019, ore 18.30, “La razza e la lingua”.

Regna sovrana la convinzione che esistano lingue migliori di altre, lingue musicali e lingue stonate, e quella che la realtà si veda in modo diverso secondo la lingua che si parla, come se potesse condizionare i nostri sensi e i nostri ragionamenti. Non è solo una mera questione accademica: l’idea di una lingua, e quindi, secondo questa stessa logica, di un pensiero superiore, ha giocato un ruolo chiave in tutto l’ultimo secolo. Andrea Moro affronta questi pregiudizi, con ogni arma a disposizione: dalla filosofia, alla linguistica, alle neuroscienze, fino a concludere che tutte le lingue sono variazioni possibili su un unico tema: da un punto di vista biologico, parliamo tutti la stessa lingua, da sempre. Un appassionato viaggio nell’evoluzione del pensiero – tra eulinguistica, straordinarie scoperte sulle grammatiche ed esperimenti decisivi sul cervello – per guardare al futuro e imparare a riconoscere, dentro e intorno a noi, il razzismo più radicale e subdolo.

Il prossimo appuntamento della rassegna “Pensieri di Libertà” con un incontro con Andrea Moro: 3 ottobre 2019, ore 18.30, “La razza e la lingua”.