Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

«Ce qui passe la géométrie, nous surpasse» (Pascal): modello insuperato del pensiero umano, la geometria euclidea offriva un paradigma di apoditticità comunque legato allo spazio e alle figure, mettendo in luce pregi e limiti di un ricorso a un filum cogitandi visibile.
Scopo del corso è una ricognizione della “grammatica” dello spazio a partire dagli apporti della geometria analitica (Cartesio)– e dunque l’idea di genesi e di funzione – e da una nozione di spazio come “relazione d’ordine dei coesistenti” (Leibniz). Si affaccia così il progetto di una Characteristica geometrica in cui le relazioni logiche sono sostituite da rapporti di posizione, volgendo alla transizione epocale per cui “spazio e tempo non sono cose, ma modi di considerare” (Leibniz). Si perviene infine all’impostazione kantiana dello spazio come “intuizione a priori” e a un pensiero che abbandona il piano grafico ma rimane spaziale: “Io non mi posso rappresentare una linea, per piccola che sia, senza tracciarla nel pensiero, cioè generarne via via tutte le parti muovendo da un punto” (Kant).
Si ricercheranno gli apporti euristici e conoscitivi di diagrammi, grafici, carte geografiche, spartiti, mappe e metafore spaziali, molti dei quali al centro della psicologia cognitiva contemporanea.
 

Spazio e ragionamento. Il modello geometrico nella filosofia moderna

Programma


 

Svolgimento

Il corso si svolgerà dal 12 novembre al 19 dicembre 2013 e si terrà nelle Aule della Sede dello IUSS (Palazzo del Broletto – Piazza della Vittoria 15); le lezioni di novembre si terranno nell’Aula 1-17, quelle di dicembre nell’Aula 1-14 (la lezione del 17 dicembre si terrà presso lo Studio dei Visiting Professors).

Bibliografia

Si leggeranno estratti da:
Cartesio, Regole per la guida dell’intelligenza; La géométrie;
G.W. Leibniz, Scritti di Logica, Laterza, Roma-Bari 1992;The Leibniz-Clarke Correspondence, Manchester University Press, 1998;
I. Kant, Critica della ragion pura; Del primo fondamento della distinzione delle regioni nello spazio (in Kant, Scritti precritici, Laterza, Roma-Bari 1990); Che cosa significa orientarsi nel pensiero, Adelphi, Milano 1996;
E. Husserl, Libro dello spazio, Guerini e Associati, Milano 1996.
 

Ambito : Scienze Umane

Semestre: Semestre I

Anno accademico: 2013-2014