Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Storia della teoria e del calcolo delle probabiltà

Programma

Il corso, pur intendendo rispettare l'indicazione “storiografica” del titolo, verrà svolto prescindendo dall'ordine cronologico con cui le principali teorie della probabilità sono state avanzate.

La prima parte del corso sarà dedicata all'esposizione della teoria soggettivistica elaborata, fra la fine degli anni Venti e l'inizio degli anni Trenta, da Bruno de Finetti (1906-1985). Questa scelta è dettata, in primo luogo, dalla semplicità dell'interpretazione soggettivistica della probabilità e dal modo in cui, per il suo tramite, si giustificano le regole del calcolo (della probabilità). In secondo luogo è suggerita dal fatto che in essa si possono rileggere altre, fra le più celebri, teorie della probabilità.

Quest'ultimo punto costituirà l'argomento della seconda parte del corso in cui verranno analizzate la “teoria classica”, usualmente attribuita a Pierre-Simon de Laplace (1749-1827), e la teoria fondata sul limite della frequenza ispirata al punto di vista di Richard von Mises (1883-1953). Lo studio sarà completato da un cenno all'indirizzo che, con de Finetti, chiamiamo dei probabilisti di Cambridge, fra i quali si cita John Maynard Keynes (1883-1946).

La terza parte del corso dà qualche idea su due applicazioni del ragionamento probabilistico: la prima al problema dell'induzione [Thomas Bayes (1702-1761)], la seconda alla formulazione di leggi fisiche, economiche, etc. quando si rinuncia al determinismo.

Svolgimento

Il corso si svolgerà dal 30 ottobre al 18 dicembre nell'Aula A della Facoltà di Scienze Politiche. Le lezioni del 15 e 18 dicembre si terranno nell'Aula 6 della Facoltà di Scienze Politiche.

Ambito : Scienze Sociali

Semestre: Semestre I

Anno accademico: 2006-2007