Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Il corso sarà offerto in inglese, se richiesto.

Rischio costiero: prevedere per proteggersi o retrocedere adattandosi

Programma

Le aree costiere sono da sempre luoghi preferenziali per l’insediamento delle attività umane. Si stima che il
23% della popolazione mondiale viva entro i 100 km di distanza dalla costa e al di sotto di 100 m sul livello
medio del mare. Inoltre, la densità di popolazione nelle regioni costiere è circa tre volte superiore alla
media globale. L’aumento del numero e delle dimensioni dei centri urbani e l’espansione molto rapida delle
attività economiche hanno favorito la degradazione dell’ambiente naturale, modificandone le dinamiche.
Nel contesto dei cambiamenti climatici e del surriscaldamento globale, inoltre, l’innalzamento del livello del
mare e lo sfruttamento insostenibile delle risorse degli oceani hanno portato alla scomparsa di molte
spiagge, alla loro degradazione e alla perdita di importanti ecosistemi.
Il corso desidera fornire alle Allieve e agli Allievi la capacità di affrontare il tema del rischio costiero
attraverso una visione d’insieme, fortemente interdisciplinare. La vulnerabilità delle aree costiere dipende,
infatti, da numerosi fattori, sia storico-culturali sia geologico-ambientali, tra gli altri, che influenzano
fortemente l’efficacia e la tipologia delle azioni di mitigazione e riduzione dei rischi.
Il corso includerà le seguenti tematiche:
1. Breve introduzione alla morfodinamica costiera;
2. L’azione del mare sulle coste basse e sabbiose: erosione e inondazione. Eventi meteo-marini
estremi in Europa e nel mondo e le loro conseguenze;
3. La dimensione multi- e inter-disciplinare del rischio: valutazione della vulnerabilità delle aree
costiere, della pericolosità e delle conseguenze dei fenomeni marini estremi;
4. Il ciclo di gestione dei disastri: prevenzione, preparazione, risposta e recupero;
5. Le principali metodologie adottate per prevenire e mitigare le conseguenze degli eventi estremi,
con particolare riferimento ai sistemi di Early Warning;
6. Dati, strumenti e servizi messi a disposizione dai sistemi satellitari di Osservazione della Terra per il
monitoraggio ambientale, lo studio delle conseguenze degli eventi estremi e la prevenzione degli
impatti negativi causati dalle tempeste.
Il corso è aperto a tutti gli studenti del terzo anno che abbiano un interesse negli argomenti trattati. Le
tematiche trasversali del corso lo rendono adatto ad Allieve e Allievi con diversi tipi di percorsi didattici,
anche non strettamente attinenti alla Classe STS.

Svolgimento

Calendario:

martedì 10 novembre: 18-20 (2 ore)

mercoledì 11 novembre: 18-20 (2 ore)

sabato 14 novembre: 10-13 (3 ore)

martedì 17 novembre: 18-20 (2 ore)

mercoledì 18 novembre:18-20 (2 ore)

sabato 21 novembre: 10-13 (3 ore)

martedì 24 novembre: 18-20 (2 ore)

mercoledì 25 novembre: 18-20 (2 ore)

sabato 28 novembre: 10-13 (3 ore)

Martedì 1 dicembre: 18-20 (2 ore)

Mercoledì 2 dicembre: 18-20 (2 ore)

Bibliografia

Le referenze bibliografiche di riferimento saranno indicate agli Allievi al termine di ogni lezione.

Esame

1° Appello: venerdì 18 dicembre 2020 ore 14:00

Clara Armaroli

Clara Armaroli

Ricercatrice Junior in Geografia fisica e Geomorfologia

Classe : Scienze Tecnologie e Società

Ambito : Scienze e Tecnologie

Periodo: Semestre I

Anno accademico: 2020-2021

Luogo : Il corso si terrà in modalità remota

Durata : 25 ore


Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web