IUSS Pavia minisite menu IUSS Pavia minisite menu

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

a) Il progetto prevede l'acquisto, la gestione e la messa in funzione di una potente macchina di prova, orientata in modo specifico alla linea di ricerca 2 ed alla simulazione di azioni sismiche, ma con importanti applicazioni anche per gli altri due filoni di ricerca. 
L'attrezzatura consentirà di simulare sperimentalmente la risposta di due qualsiasi piani contigui a qualsiasi altezza di un edificio, verificando gli effetti della risposta su elementi non strutturali, quali ad esempio pareti interne, serramenti, controsoffitti, ascensori, componenti impiantistici, arredi di ogni tipo.
Essa consisterà in due pareti di riscontro in calcestruzzo post-compresso, con dimensioni circa 6 x 4 x 1,2 m, cui saranno applicati quattro attuatori dinamici ad alte prestazioni, che governeranno gli spostamenti orizzontali nelle due direzioni di riferimento e la rotazione attorno ad un asse verticale di una piastra in acciaio, vincolata altresì da quattro bielle verticali, incernierate alle estremità, ad una seconda tavola a sei gradi di libertà, già disponibile presso il laboratorio di Eucentre.
L'attrezzatura sarà collocata in un laboratorio dedicato al progetto messo a disposizione da Eucentre.
La progettazione esecutiva e l'esecuzione di indagini tecniche e di mercato per la realizzazione dell'attrezzatura di prova sono già state effettuate nel corso del primo anno di attività. Entro i primi mesi del 2019 è prevista la pubblicazione del bando di gara.
 
b) La costituzione del Museo Internazionale dell'Ingegneria Sismica punta ad accrescere il riconoscimento del posizionamento dell'area, a livello nazionale ed internazionale, attraverso un forte impatto mediatico e sociale. Infatti, il progetto di un museo orientato all'ingegneria sismica ed alla mitigazione del rischio sismico si prefigge di contribuire a ridurre la confusione esistente anche a livello mediatico tra sismologia ed ingegneria sismica e tra pericolosità e rischio. Il museo, che potrà ospitare collezioni permanenti e temporanee, avrà certamente un forte carattere multimediale ed interattivo, con sezioni orientate alla simulazione, dove sarà possibile sperimentare per mezzo di tavole vibranti gli effetti dei moti sismici su oggetti e persone.

 

Il 19 e 20 ottobre, sarà presente l’installazione della grande tavola sismica dimostrativa “SEISMULATOR“, in Piazzale Ghianaglia a Pavia, che consentirà al pubblico di provare l'”esperienza del terremoto” e di comprendere come sia possibile ridurre la vulnerabilità degli edifici.