Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

A Processing-friendly Grammatical Model for Parsing and predicting on-line Complexity

Data inizio : 2018

Data fine : 2021

http://www.ciscl.unisi.it/top-down/

Logo

Breve descrizione

L’obiettivo del progetto è quello di colmare il gap interdisciplinare tra i principali modelli grammaticali formali (e.g. Chomsky 1995-2008) e alcuni domini applicativi quali la linguistica computazionale (parsing e analisi linguistica automatica) e quello psico/neuro-linguistico (previsione dei correlati della complessità di processamento) mostrando le potenzialità di un modello “processing friendly”

 

Descrizione

Nella ricerca linguistica corrente, i principali modelli grammaticali formali adatti a descrivere la struttura delle lingue naturali non sono direttamente utilizzabili in due dei principali domini applicativi ad oggi di crescente importanza: la linguistica computazionale (si pensi ai sistemi di recupero e gestione di informazioni su web e alle tecnologie legate alla comunicazione) e il dominio psico/neuro-linguistico (interpretazione dei dati di neuroimmagine secondo modelli computazionali ad esempio predittivi di patologie/disfunzioni).

L’obiettivo di questo progetto è quello di colmare questo gap interdisciplinare mostrando le potenzialità dei modelli “processing friendly” sfruttandone inoltre l’applicabilità in vari domini linguistico computazionali:

  1. analisi automatica delle espressioni linguistiche (parsing);
  2. recupero/estrazione di informazioni da corpora;
  3. annotazione (semi-)automatica di corpora;
  4. calcolo automatico della complessità in strutture linguistiche;
  5. interpretazione dati raccolti da esperimenti psico/neuro-linguistici.

I modelli iniziali di riferimento saranno le Phase-based Minimalist Grammars (PMGs, Chesi 2015-17), evoluzione “processing-friendly”, dell’approccio proposto da Phillips (1996, 2002) in riferimento alle Minimalist Grammars (Chomsky 1995, Stabler 1997). Come discusso ampiamente in letteratura, il vantaggio di avere una derivazione temporalmente sincrona rispetto all’ordine con cui le parole vengono pronunciate e comprese (Lewis & Phillips 2014, Hale 2008) è molteplice:

  1. si potranno meglio catturare quei fenomeni linguistici che mostrano una chiara asimmetria lineare (e.g. Leftness Conditions, Islands constraints, Bianchi & Chesi 2014, Parasitic Gaps, Bianchi & Chesi 2006, Inverse Scope in QR, Bianchi & Chesi 2010)
  2. si potranno implementare algoritmi di parsing e generazione che fanno esplicito riferimento alle operazioni di costruzione della struttura definite a livello grammaticale (Chesi 2017)
  3. si potranno definire metriche di complessità che si basano esplicitamente sulla derivazione implementata dal modello grammaticale (Chesi & Moro 2015, Chesi 2017)

Il progetto si prefigge di ottenere risultati a questi tre livelli, consolidando la ricerca di base svolta negli ultimi anni su questi temi (si veda Bianchi & Chesi 2017 per una panoramica dei risultati ottenuti).

Il raggiungimento degli obiettivi scientifici sopra enunciati sarà funzionale a:

  1. ottenere uno strumento software adatto al processamento automatico di informazioni linguistiche, sia estratte da corpora (acquisiti o sviluppati appositamente per il progetto) che da produzioni elicitate (si veda il progetto in area Neuroscienze cognitive sulla valutazione delle patologie via analisi del connected speech);
  2. creazione di banche dati strutturate che faranno da volano ad altri progetti futuri e potranno diventare punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per specifiche ricerche linguistiche
  3. consolidamento di una credibilità scientifica e di un expertise che non ha eguali in altri centri Italiani e si colloca al pari della ricerca svolta in altri centri di riferimento a livello internazionali (con i quali il NETS già collabora, quali il Max Planck di Lipsia)

 

Persone coinvolte

Direttore di ricerca: Prof. Cristiano Chesi

Altri membri dell'unità di ricerca NETS: Prof. Andrea Moro

Collaboratori esterni: Prof. Valentina Bianchi (University of Siena)

Partners

Centro Interdipartimentale di Studi Cognitivi sul Linguaggio (CISCL) - Università di Siena

 

Pubblicazioni

Chesi C., A. Moro (2018) Il divario (apparente) tra gerarchia e tempo. Sistemi intelligenti, XXX, n. 1, aprile 2018: 11-32 doi: 10.1422/89315

Chesi C., P. Canal (2017) Feature Retrieval Cost and on-line/off-line complexity in clefts. Proceedings of AMLAP, Architectures and Mechanisms of Language Processing. Lancaster, September 7-9 2017

Chesi C. (2017) A perfect (machine) language. Abstract proceedings of AISC 2017

Chesi C. (2017) Phase-based Minimalist Parsing and complexity in non-local dependencies. Proceedings of CLiC-it 2017. CEUR WORKSHOP PROCEEDINGS, ROMA:CEUR Workshop Proceedings, ISBN: 9788899982768, ISSN: 1613-0073, Rome, 11-13 December 2017, doi: urn:nbn:de:0074-2006-4

Chesi C., A. Moro (2016) Mind the gap between hierarchy and time. AISC : Associazione Italiana di Scienze Cognitive, “Mind the Gap: Brain, Cognition and Society - 13th Annual Conference of the Italian Association for Cognitive Sciences”, Collane@unito.it, accessed 12 dicembre 2016, http://www.collane.unito.it/oa/items

Chesi C. (2015) On directionality of phrase structure building. Journal of Psycholinguistic Research. 44(1): 1-50 - DOI: 10.1007/s10936-014-9330-6

Chesi C. (2015) Real-time processing of complex sentences (presentation of the Feature Retrieval Cost - FRC). slides talk at Scula Normale Superiore

Chesi C. (2015) Il processamento in tempo reale delle frasi complesse. Proceedings of “Compter Parler Soigner” (pp.21-38), E.M Ponti e M. Budassi (eds.). Pavia: Pavia University Press

Chesi C., A. Moro (2015) The subtle dependency between Competence and Performance. in Á. J. Gallego and D. Ott (eds.) "50 Years Later: Reflections on Chomsky’s Aspects". MIT Working Papers in Linguistics, 77:33-46

Chesi C., A. Moro (2014) Computational complexity in the brain. In: Newmeyer FJ, Preston LB, eds. Measuring grammatical complexity, Oxford: Oxford University Press. pp. 264–280.

Bianchi V., C. Chesi (2014) Subject islands, reconstruction, and the flow of the computation. Linguistic Inquiry 45(4):525–569 - DOI: 10.1162/ling_a_00166

Chesi C. (2014) La computazione linguistica. in Lazzari (2014) Informatica Umanistica (II edizione). McGraw Hill

Bianchi V., C. Chesi (2014) On a PP/DP asymmetry in extraction. in Structures, Strategies and Beyond, Edition: Linguistik Atuell Series, Publisher: John Benjamins, Editors: Elisa Di Domenico, Cornelia Hamann, Simona Matteini

Chesi C. (2014) What memory retrieval tells us about intervention effects. R. Zamparelli (ed.) 40th Incontro di Grammatica Generativa (Generative Grammar Meeting. Book of abstracts. pp. 50-51

Chesi C., A. Moro (2013) Hierarchy and recursion in the brain. GLOW Newsletter n.70 pp.54-55 ISSN: 0924-8749

Chesi C. (2013) Do the 'right' move. Studies in Linguistics. Vol. 6, Special issue on 'directionality of phrase structure building'. ISSN: 2281-3128.

Chesi C. (2013) Introduction to directionality. Studies in Linguistics. Vol. 6, Special issue on 'directionality of phrase structure building'. ISSN: 2281-3128.

Chesi C. (2012) Rightward movement from a top-down perspective. in Rightward Movement in a Comparative Perspective, Amsterdam: John Benjamins, Ed. G. Webelhuth, M. Sailer, H. Walker pp.243-280 ISBN: 9789027255839

Chesi C. (2012) Competenza e performance: una distinzione cognitivamente obsoleta. Sistemi Intelligenti A. XXIV, n. 2:243-260 ISSN: 1120-9550