Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Lo Statuto stabilisce l'ordinamento amministrativo e didattico, le condizioni richieste per l'ammissione degli allievi, i titoli finali di studio e ogni altra norma necessaria al funzionamento della Scuola Superiore IUSS di Pavia

STATUTO della Scuola IUSS Pavia, pubblicato in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 75 del 30-3-2022 e in vigore dal 14/04/2022

STATUTO pubblicato sulla gazzetta ufficiale del 10/02/2018, in vigore dal 25/02/2018 al 13/04/2022

NOTA: Tutti i Regolamenti sono vigenti per le parti non in contrasto con lo Statuto entrato in vigore il 14 aprile 2022

Una nota sul linguaggio di genere nei Regolamenti della Scuola IUSS
L’attenzione al linguaggio di genere è funzionale al raggiungimento della parità nei diritti reali della persona: è un fatto politico e non linguistico e come tale deve sottostare alle opportunità della comunicazione e non della grammatica, senza tuttavia generare effetti contro¬pro¬ducenti. La ricchezza della morfologia di una lingua romanza come l’italiano, infatti, non si presta ad un uso costantemente raddoppiato di femminile e maschile che genererebbe fastidiose ridondanze, a differenza di una lingua come l’inglese dove il genere, sempre binario, è espresso solo nel sistema pronominale. Tuttavia, in punti cruciali dei testi, per esempio nell’incipit, dove la segnalazione dell’opportunità di un ruolo femminile accanto a quello maschile diventa senz’altro un arricchimento per tutti, allora l’uso dei due generi è raccomanda¬bile. In questo senso, si è deciso, conformemente ai consigli espressi dall’Accademia della Crusca [1,2], dall’Enciclopedia “Treccani”[3] dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca [4], di utilizzare il maschile inclusivo salvo in alcuni punti scelti dove ci è sembrato più opportuno che accanto alle azioni concrete e positive si affiancasse anche questo segnale linguistico: “Forse, un uso consapevole del maschile plurale come genere grammaticale non marcato, e non come prevaricazione del maschile inteso come sesso biologico (come finora è stato interpretato, e non certo ingiustificatamente), potrebbe risolvere molti problemi, e non soltanto sul piano linguistico. Ma alle parole andrebbero poi accompagnati i fatti.” (D’Achille, 2021).
  1. D’Achille, Paolo (2021) “Un asterisco sul genere”, Consulenza linguistica, Accademia della Crusca, 24 Settembre 2021.
  2. Robustelli, Cecilia (2012) “Linee guida per l’uso del genere nel linguaggio amministrativo”, progetto formativo “Genere e linguaggio”, promosso dal Comitato Pari Opportunità del Comune di Firenze e realizzato in collaborazione con l’Accademia della Crusca, Firenze, maggio 2012.
  3. Thornton, Annamaria (2021) Perché "fratelli" è usato sia come plurale di "fratello" che di "fratello" e "sorella" insieme? Perché "uomo" significa sia "individuo di sesso maschile" che "essere vivente appartenente al genere umano"?
  4. AA. VV. (2018) “Indicazioni per azioni positive del MIUR sui temi di genere nell’Università e nella Ricerca”, MIUR.

Affari Generali

 

Contabilità

Personale Docente e Ricercatore

 

Personale Tecnico Amministrativo

 

Personale Esterno