CROTTINI FRANCESCO
segnaposto
Ruolo:
Dottorando/a
Struttura di afferenza: DOTTORATO CBS

Biografia

Dottorando in Cognitive Brain Sciences.

Francesco Crottini inizia il suo percorso di studi universitari presso l’Università degli Studi di Pavia, dove nel settembre del 2018 consegue la laurea triennale in “Scienze e Tecniche Psicologiche”. 
Prosegue frequentando il corso magistrale internazionale “Master's Degree (MSc) Psychology, Neuroscience and Human Sciences” presso l’Università degli studi di Pavia, in collaborazione con l’Istituto Universitario di Studi Superiori IUSS di Pavia. Consegue la laurea magistrale a luglio del 2020, con valutazione finale di 110 con Lode, con una tesi che indaga il rapporto tra interocezione e risk-taking in pazienti con anoressia nervosa, presso il Centro di Nutrizione Clinica dell’Ospedale Niguarda.
Seguendo la linea di ricerca, svolge l’anno di tirocinio presso il Centro di Neuropsicologia Cognitiva dell’ASST Grande Ospedale metropolitano Niguarda, lavorando con il relativo gruppo di ricerca. Durante il suo tirocinio prende parte a diversi studi neuropsicologici sia clinici che cognitivi, in particolare legati alle rappresentazioni corporee in pazienti con anoressia nervosa e in pazienti con lesioni cerebrali all’emisfero destro. Nello stesso periodo, prende parte ad uno studio sugli esiti neuropsicologici delle neurochirurgie al lobo frontale per Epilessia farmaco-resistente in età pediatrica. Presenta questo studio in diverse conferenze, come European Workshop on Cognitive Neuropsychology (EWCN 2021) ed al Congresso nazionale della Lega Italiana contro l’Epilessia (LICE 2020).
Nel 2021 ottiene la posizione di Borsista di Ricerca presso l’Università di Pavia, proseguendo con uno studio sulla Somatoparafrenia in pazienti con ictus destri, in collaborazione con la Stroke Unit dell’Ospedale Niguarda. Nello stesso anno sostiene l’Esame di Stato, ed ottiene l’abilitazione al titolo di Psicologo.
Con l’anno accademico 2022/2023 inizia presso lo IUSS di Pavia il percorso di Dottorato in “Cognitive Brain Sciences” dove si occupa di consapevolezza corporea in pazienti con ictus.