Progetti di Terza Missione "Comunicare la Scienza"
Immagine
Comunicare la Scienza
Testo

LA TERZA MISSIONE

La Terza Missione svolge un ruolo guida nella valorizzazione della ricerca scientifica e della formazione, con il preciso impegno di diffondere cultura e conoscenza e trasferire i risultati della ricerca al di fuori del contesto accademico, contribuendo al progresso culturale e allo sviluppo sostenibile della società.

In quest’ottica la Terza Missione promuove il dialogo e l’interazione diretta con i cittadini, per favorire relazioni e creare sinergie tra il mondo della ricerca, la società civile, le istituzioni e le imprese.

La Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia è partner del "Progetto Sharper - la notte europea del Ricercatore" che nasce per rispondere all’esigenza di valorizzare la figura delle ricercatrici e dei ricercatori e il loro ruolo nella società. Per raggiungere questo obiettivo, l’idea centrale dei promotori di Sharper è stata quella di interpretare la "Notte" come un’opportunità per condividere con il grande pubblico le passioni che animano i ricercatori nel proprio lavoro.

SHARPER

SHARPER si caratterizza principalmente per due aspetti principali: l’uso di strade, piazze e luoghi inusuali per parlare di ricerca e la collaborazione tra ricercatori e comunicatori per trovare nuove forme di coinvolgimento del pubblico.

FAME LAB

La Scuola IUSS è stata partner nelle edizioni 2019 e 2020 dell'evento FameLab, talent dedicato tutto alla scienza, alla divulgazione e alla comunicazione. I giovani ricercatori e studenti universitari a cui è aperta la gara si sfidano infatti in un talk di tre minuti sul terreno tanto affascinante quanto impegnativo della comunicazione scientifica. 

Ideato nel 2005 dal Cheltenham Science Festival, FameLab coinvolge oltre 30 paesi in tutto il mondo con numeri che rendono onore all’iniziativa: 18 le città che hanno partecipato in questi anni, con oltre 700 giovani ricercatori coinvolti e più di 70 partner culturali tra università, istituti di ricerca e enti pubblici, società di comunicazione della scienza, musei e media partner.

IUSS On Air 

IUSS On Air

IUSS On Air sharing ideas è un format digitale della Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia per informare, divulgare, comprendere, ideato e introdotto nel momento storico della pandemia. 

Con il progetto IUSS On Air, la Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia vuole offrire uno spazio di discussione e approfondimento per contribuire con le competenze della propria comunità a decifrare la complessità scientifica, sociale e umana che stiamo sperimentando.

A partire dal 3 aprile 2020 e per le settimane successive, la Scuola IUSS ha proposto un programma di brevi video che hanno offerto contributi dai suoi docenti, ricercatori e studenti. Con questa iniziativa, la Scuola ha voluto innanzitutto fornire uno strumento aggiuntivo per affrontare la situazione di emergenza della pandemia da COVID 19, con uno sguardo critico e informato su alcuni degli aspetti più delicati della condizione che si è dovuto affrontare.

Attraverso approfondimenti scientifici e culturali, la Scuola ha non solo mantenuto e rafforzato un dialogo all'interno della propria comunità, ma ha anche voluto coinvolgere il pubblico offrendo spunti di riflessione e momenti di confronto. Sfruttando la natura altamente multidisciplinare dei suoi campi di ricerca e specializzazione - che vanno dall'ingegneria e la gestione del rischio alla medicina e alle neuroscienze cognitive, dalla psicologia alla linguistica e alla filosofia - l'IUSS ha suggerito diverse prospettive per leggere e comprendere il presente.

"Quello che stiamo vivendo in questi mesi - ha dichiarato il prof. Andrea Sereni, Prorettore Delegato alla Terza Missione, IUSS Pavia) - è un momento di estrema difficoltà per tutti. Le necessarie misure di contenimento dovute all'emergenza epidemiologica hanno cambiato radicalmente le nostre abitudini e il modo in cui gestiamo le relazioni personali, essenziali per la nostra vita privata e sociale. In questa situazione, in cui il rischio di scoraggiamento è sempre presente, la comunità accademica deve impegnarsi più che mai nel rafforzare i suoi sforzi di comprensione e formazione, confermando la sua responsabilità nei confronti della comunità universitaria e della cittadinanza. La Scuola Universitaria IUSS di Pavia vuole, insieme alle altre Istituzioni Universitarie, contribuire a ridurre almeno virtualmente le distanze che dobbiamo mantenere oggi, con l'obiettivo di dimostrare che la ricerca, lo studio e l'impegno culturale e sociale, oggi più che mai, non devono fermarsi".

Stefano Cappa | Questo sarà buono per me? Chiedi delle prove

Valentina Bambini | Umorismo nell'era del Coronavirus

Andrea Taramelli | Posso vederlo dal satellite... Dov'è la misura?

Nicola Canessa | La percezione del rischio nell'era del coronavirus

Riccardo Pietrabissa | Piccole storie di scienza e innovazione: il topo

Chiara Cerami e Chiara Crespi | Siamo pronti per la crisi economica post-COVID

Marco Fasoli | Il volto della tecnologia dietro le maschere

Alfredo Tomasetta e Marco Dotti | Giocatori forzati. Il gioco d'azzardo come questione pubblica

Emanuele Guido e Luigi Filippo Brizzi | La vita degli studenti durante il lockdown

Christian Salvatore | Intelligenza artificiale e immagini mediche per supportare la diagnosi

Andrea Moro | Quella fragilità che ci rende unici

Andrea Mattevi | Unipv-IUSS: una difesa contro i patogeni

Michele Di Francesco | Scienze umane e l'illusione della certezza

Clara Armaroli | Aree costiere: un ambiente fragile da preservare

Marco Fasoli e Alfredo Tomasetta | Benessere e malessere digitale: una prospettiva filosofica (pre e post Covid)

 

ARTE E SCIENZA PER LE SCUOLE - Visite guidate al Broletto

Broletto

La Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia organizza un ciclo di incontri rivolti alle scuole elementari, medie e superiori. Un’iniziativa speciale realizzata in collaborazione con la Cooperativa Progetti (http://www.progetti.pavia.it) che prende il nome di “Arte e Scienza per le Scuole - Visite guidate al Broletto”.

Il progetto nato nel 2021 e giunto alla sua seconda edizione, rientra nell’ambito delle attività di Public Engagement e ha l'obiettivo di avvicinare gli studenti al mondo dell’alta formazione e della ricerca scientifica della Scuola IUSS, attraverso l’organizzazione di mini eventi nei quali ricercatori e docenti intervengono su argomenti che mettono in connessione la sede del Palazzo del Broletto con temi culturali e identitari della Scuola IUSS.

Alla visita guidata al Broletto, sede della Scuola IUSS, si aggiunge un’opportunità unica tutta dedicata ai ragazzi che, oltre a poter conoscere e apprezzare le bellezze storico-artistiche dell’antico Palazzo Comunale, grazie a una guida esperta della Cooperativa Progetti, possono scoprire ciò che si fa alla Scuola IUSS e dialogare con i ricercatori.

7 incontri all’anno, tutti completamente gratuiti e rivolti alle scuole di ogni ordine e grado. Le scuole che hanno aderito all'iniziativa sono collocate su tutto il territorio provinciale: dalle scuole primarie alle medie inferiori, dagli Istituti professionali ai Licei.

I ragazzi delle varie scuole hanno l’opportunità di partecipare alla visita storico-artistica del Palazzo del Broletto, grazie alla guida esperta di una professionista della Cooperativa Progetti che illustra loro la storia del Palazzo, le vicende che vi si sono susseguite, mostrando le immagini di architettura, di sale e di affreschi.  Durante la seconda parte dell’incontro i ricercatori e i docenti dello IUSS racconteranno le proprie attività di studio e di ricerca attraverso dialoghi, immagini, scambi di esperienze e esperimenti. Dalla fisica alla gestione e mitigazione del rischio, dalla linguistica ai cambiamenti climatici, dalla filosofia dei linguaggi, alle neuroscienze, all’ingegneria sismica questi i temi proposti e strutturati in base ai target e al percorso di studio delle classi aderenti al progetto.

"Occorre saper raccontare ai ragazzi la bellezza della conoscenza, della ricerca, della cultura - afferma il professor Riccardo Pietrabissa, Magnifico Rettore della Scuola IUSS di Pavia. L’occasione della visita al Broletto come opera dell’architettura storica pavese sarà anche l’occasione per entrare nel mondo in cui l’uomo esplora la natura, le opere dell’uomo e crea il futuro. La Scuola Universitaria IUSS ha la missione di aprire le porte alla curiosità di conoscere.”

Ilaria Nascimbene, presidente della società Progetti che si occupa di valorizzazione culturale sul territorio, spiega: “Con piacere collaboriamo con lo IUSS per la realizzazione di questa iniziativa che rappresenta una bella occasione per gli alunni. I bambini e i ragazzi potranno tornare a svolgere anche attività collegate ai programmi didattici, ma un po’ diversi rispetto alle normali occupazioni scolastiche. Tutti, grandi e piccoli, sentono la necessità di tornare in contatto con ciò che ci circonda”.

 

IL FUTURO CHE VORREI. LA SCUOLA IUSS SI RACCONTA

IL FUTURO CHE VORREI

Con questa pubblicazione, lo IUSS si racconta. Alcuni docenti e protagonisti della scuola hanno scelto di condividere qui una loro visione del futuro, una finestra sul mondo che ci attende, spalancata da chi ha scelto di vivere l’avventura della propria vita con un cannocchiale puntato su uno degli infiniti aspetti del sapere, quel sapere che ha come obiettivo il miglioramento della condizione umana. Come in un caleidoscopio, troverete in ogni pagina una visione diversa e, se sarete curiosi di approfondire, inquadrando il QR code, potrete leggere il resto della storia e fare conoscenza con chi l’ha scritta.

.

Sharper notte europea dei ricercatori

Progetto Sharper

Progetto Sharper

Fame Lab talking science

Progetto FameLab

Progetto FameLab

Logo Iuss On Air

IUSS On Air

IUSS On Air

Broletto

Visite Guidate al Broletto

Arte e Scienza

IL FUTURO CHE VORREI ITA

IL FUTURO CHE VORREI.

LA SCUOLA IUSS SI RACCONTA